Avrei voluto domandarti, mamma

Avrei voluto domandarti, mamma,
delle speranze anzitempo infrante,
d’una giovane madre che al suo seno
stringeva un bimbo che lieto dormiva,
delle attese deluse che un sacro
silenzio teneramente cullava.
Unisono al tuo palpitava quel mio
cuore piccino e uno era il respiro.
E vorrei chiederti dei giorni in cui
un bacio bastava a consolare
il pianto e le tue braccia eran riparo,
quando le carezze odoravano
d’un delicato profumo materno
e di quando il tempo ha interrotto
quel sogno che ci rendeva felici.

(Salvatore Castrianni, “Memorie proibite”)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: