Distacco (Lalla Romano)

Soffre il fiore strappato dal cespo?
Forse dolgono i gambi recisi,
più non guarda beata nel sole,
stanca piega la bella corona.

Ed a me non è ignoto quel male;
anch’io so come duole ogni vena,
quando i polsi tremanti ho staccato
che il tuo collo cingevano, amato.

(Lalla Romano) Continua a leggere

Annunci

Canzone (Lalla Romano)

Amore, bada, se mi vuoi ferire,
che la ferita non mi sia mortale.

Lagnarmi non m’udresti del mio male,
ma lontano da te vorrei morire.

Come la cerva c’è ferita a morte,
nel folto delle selve fuggirò.

Sola e senza rimpianger la mia sorte,
amor, lontano da te morirò.

(Lalla Romano) Continua a leggere

La voce (Lalla Romano)

Come impauriti colombi si levano a volo
quando un fanciullo ha gettato tra essi per gioco
manciate di grano;

ma subito tornano lievi e felici a posarsi
ad uno ad uno sul prato e si sazian del cibo:
così i miei pensieri

la cara tua voce disperde se giunge inattesa,
tanto assomiglia al timore la gioia improvvisa
che viene da amore.

(Lalla Romano) Continua a leggere