Sorriso di un angelo

Si stravolge la storia:
la madre che il figlio
mesta seppellisce.

E vederti andare via,
figlio mio, in quella scatola bianca
che il tuo domani custodisce,
è uno strazio immane.

Angelo mio, sepolto due volte,
il tuo futuro è passato
e, sotto le gravi macerie,
la tua innocenza sorride.

Un goccio ancora il mio viso
solca, nel ricordo degli occhi tuoi,
l’unica cosa che di te mi resta.


31 ottobre 2002 – San Giuliano di Puglia

(Salvatore Castrianni,  Ladro di emozioni, 2006)
Continua a leggere

Annunci